Divertimento a Disneyland Paris


Un luogo dove gli adulti vogliono tornare bambini, assaporare vecchi ricordi. Un luogo magico, fatato, incredibile. Un luogo dove i bambini vogliono visitare il regno dei sogni, quello dei cartoni animati. Sì, è proprio qui, in Europa, ed è Disneyland Paris!!!

Il soggiorno è adatto a famiglie con bambini ma anche agli adulti che non vogliono rinunciare alla “sindrome da Peter Pan”. Disneyland Paris si trova a Marne-la Vallée, vicino a Parigi, formato da ben tre parchi divertimento: il Disneyland Park, il Walt Disney Studios Park e il Disney Village.

Nel Disneyland Park, la prima area tematica che si presenta davanti agli occhi increduli e sognanti del visitatore è Main Street USA, versione romantica delle città americane di inizio secolo scorso. Ai lati di questa zona si trova il bellissimo e fatato Castello della Bella Addormentata nel Bosco. Alla Disneyland Railroad partono i colorati e simpatici trenini per una visita d’insieme del parco, che si fermeranno poi in altre tre stazioni; in questo modo si potranno scoprire le attrazioni ancora prima di provarle e di entusiasmarsi. Le carrozze con i cavalli sono un altro valido mezzo di trasporto per spostarsi con più calma e in modo più originale nell’immensità del parco. Town Square e Main Street sono la riproduzione di una città americana in scala; qui sembra davvero di entrare in un cartone animato e di riviverne l’atmosfera. Le vie sono piene di negozi, gelaterie, ristoranti. Per chi non si accontenta, il trasporto può avvenire con veicoli d’epoca, come un camion dei vigili del fuoco, una limousine o un autobus a due piani. Alla Central Plaza, nei periodi di alta affluenza, si possono ammirare i fuochi d’artificio, magici e coloratissimi, eseguiti proprio dietro il Castello della Bella Addormentata.

Il Castello della Bella Addormentata

Il Castello e i fantastici personaggi Disney

La seconda area tematica è Fantasyland, dove le favole prendono vita, ideale per famiglie con bambini. Ai piedi del Castello la scultura della Spada nella Roccia comunica al visitatore il confine tra la realtà e la fantasia, che sta per impossessarsi della mente. Pochi metri avanti si trovano le attrazioni dedicate a Biancaneve e Pinocchio e ancora più avanti un grazioso ristorante dedicato a Cenerentola, dove fantasticare e pensare di essere seduti a tavola con i topolini o con il principe azzurro. Al confine nord occidentale di Fantasyland grandi e piccini si devono recare assolutamente all’attrazione dedicata a Peter Pan, una delle più gettonate; a bordo di piccole navi si esce dalla stanza della bionda bambina Wendy per andare alla ricerca dell’Isola che non c’è, dove si potranno rivivere le avventure di Peter Pan contro il famigerato Capitan Uncino. Nella parte est di quest’area tematica si farà conoscenza dello strampalato mondo di Alice nel Paese delle Meraviglie, con le tazze di tè e un intricato labirinto. Chissà, magari il Bianconiglio si farà fotografare, senza la sua fretta colossale.

Il mondo magico di Alice nel Paese delle Meraviglie

Rappresentazione di Peter Pan

Si intraprende la scoperta della terza area tematica, Frontierland, verso antiche leggende da Far West. Il battello a vapore a pale, anche se riecheggia più l’atmosfera tipica di New Orleans rispetto a quella dell’Ovest Americano, e il trenino della miniera, sono i simboli di questo angolo del parco. Il villaggio indiano di Pocahontas è consigliatissimo per il divertimento dei più piccoli. Banditi, sceriffi, leggende del vecchio West e una montagna simile al Grand Canyon colorano l’immaginazione di chi non ha visitato realmente questi posti ma si sente come se li avesse già vissuti, attraverso le immagini di cartoni animati e film. Vicino alla miniera, ci si può cimentare come pistoleri del West, un’esperienza unica. Il Maniero dei Fantasmi invece, un casale abbandonato, attrae per le leggende sui fantasmi. Solo per bambini coraggiosi e per adulti che amano il mistero! Per i più tranquilli la zona delle fattorie è l’ideale, per incontrare gli animali che camminano liberi in strada. Il paesaggio del West, poco a poco lascia il suo spazio a quello messicano, avvicinandosi verso la quarta area tematica, cioè Adventureland.

Un paesaggio del Far West con le sue attrazioni

In Adventureland si può fare un ipotetico giro del mondo, attraverso le avventure dei grandi classici, come quelle dei pirati o delle esplorazioni sotterranee. In Oriente il tema è la fiaba di Aladdin, con paesaggi arabeggianti dalle mille e una notte; in India Indiana Jones aspetta i visitatori per condurli all’interno delle rovine, alla ricerca di un’avventura senza confini; in Sudamerica si trova la casa del naufrago Robinson, in un punto alto che permette di ammirare scorci del parco. Ponti, grotte e tesori da scoprire completano le attrazioni di questo angolo di America. Ai Caraibi si trova il Golfo dei Pirati, con la nave di Capitan Uncino e un fortino che ospita l’attrazione dei Pirati dei Caraibi con un ristorante molto caratteristico all’interno.

La nave di Capitan Uncino

L’ultima area tematica, ma non la meno importante, è Discoveryland, creata per mostrare il futuro attraverso gli occhi di grandi personaggi del nostro passato come Leonardo Da Vinci o Jules Verne. Il futuro immaginato, immaginario, che qualche anno fa ci poteva sembrare quasi realistico, è qui rappresentato. Un futuro ispirato alla tecnologia, alle esplorazioni del mare, dei cieli e dello spazio. Lo spazio è sempre apprezzato da grandi e bambini, proprio per la sua caratteristica fantascientifica. Una cosa lontana, semisconosciuta anche ai nostri giorni, magica, surreale, non può che rapire la mente e portarla all’immaginazione.

Rappresentazione futuristica

Il Walt Disney Studios Park è la parte più piccola di tutto il comprensorio di Disneyland Paris. Il tema del parco è quello di uno studio cinematografico; qui ci si tuffa nell’affascinante mondo del cinema, dei cartoni animati e della televisione, per vivere da protagonista il mondo dello spettacolo. Nell’area Animagique Paperino invita i visitatori a rivivere i momenti più belli dei classici Disney. Chi da bambino, ma anche da adulto, non ha mai adorato il personaggio, un po’ buffo e un po’ imbranato, ma tanto dolce, di Paolino Paperino? Ma questo è solo l’inizio di un salto indietro nel tempo. Passato il momento nostalgico, la Torre del Terrore attende i più coraggiosi: caduta libera ad una velocità che supera la forza di gravità. Anche Nemo e i suoi simpatici amici accompagnano in un mondo meraviglioso, quello sottomarino. Mare e barriera corallina i protagonisti indiscussi! Infine, perché non provare l’Urlometro di Monster & Co? Sono permessi urla di terrore e urla di gioia, per cercare di emettere il suono più forte di tutti gli altri.

Ingresso al Walt Disney Studios Park

Il Disney Village, invece, è un centro pieno di negozi, ristoranti e locali di ogni genere, per potersi fermare dopo una lunga giornata passata tra il divertimento e le emozioni. Musica e live show allietano il resto della giornata e della serata, oltre ad un cimena con schermo IMAX.

L’insieme di queste attrazioni, porta chiunque sia capace di sognare un po’, dalla Florida alla California, dal West a Hollywood, dalle grandi città ai piccoli paesi d’America, in un intreccio di paesaggi e storia. Quest’area è aperta fino a notte fonda, con spettacoli di artisti di strada, concerti di ogni genere e ancora giochi. Rock, soul, blues, country, non ci si annoia mai!

Il Parco naturalmente offre altre mille emozioni, storie, avventure. Non basterebbe un libro per contenerle. Quel che è sicuro è il fatto che nessuno può rimanere deluso dalla visita di un luogo del genere. Dove si possono incontrare i personaggi più divertenti in pochi giorni. Un pranzo con Paperino, Paperina, Minnie, Topolino, Cip e Ciop, Pluto. Una cena con Biancaneve, Cenerentola, la Bella Addormentata nel Bosco, Aladdin, la Sirenetta. Foto, foto e foto. Non un album, non due ma molti di più. Per ricordare al meglio un’avventura diversa, un viaggio particolare. E alla fine di quest’esperienza si possono chiudere gli occhi, andando dopo la Seconda Stella a Destra e poi ancora dritti… Come Peter Pan!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...