Storia e natura in Istria


Vicino a casa nostra ci sono luoghi bellissimi da visitare… Non sempre bisogna andare lontano per scoprire paesaggi diversi, autentici. Perché non pensare all’Istria, la parte più settentrionale della Croazia? Una terra che ha davvero tanto da offrire. La natura incornicia perfettamente le città e i paesi costruiti in pietra grigia, belli da mozzare il fiato. Gruppi di case che si trovano tutte intorno ad una chiesa, di fronte ad un mare blu, limpido e assolutamente magnifico. Parenzo, Rovigno e Pola sono le tre perle istriane in assoluto, affacciate su un Mare Adriatico da sogno.

Iniziamo da Parenzo (Porec), città di origine romane costruita attorno al porto e circondata dai resti delle antiche mura. Oggi di queste fortificazioni rimane ben poco, però il fascino non cambia. Palazzi veneziani e piccole stradine acciottolate sembrano quasi riportarci indietro nel tempo. Persiane, muri in pietra, tetti rossi, piccoli negozi, tutto qui è a misura d’uomo. Di giorno il centro storico è tranquillo, trasmette pace e serenità; di sera invece si anima, con i suoi ristoranti e i suoi numerosi locali notturni dove divertirsi.

L’abitato di Parenzo e il suo mare blu intenso

Vista sui tetti di Parenzo

Come ogni città e ogni paese istriano, le chiese hanno una certa importanza. La Basilica Eufrasiana in particolare, è davvero bellissima e da visitare assolutamente. La chiesa fu costruita senza badare a spese e oggi ne rimane proprio un grandioso esempio. L’abside e il coro sono decorati con mosaici perfettamente conservati e spettacolarmente colorati, fatti di marmo, pietre dure e madreperla. Non per niente questa bellezza architettonica è stata iscritta nel Patrimonio dell’Umanità Unesco. Il campanile della basilica domina la città e la laguna circostante, quasi come per imporsi come punto di orientamento. Salire sul campanile è davvero una bella esperienza, per ammirare la città, i suoi tetti, i suoi angoli verdi e il meraviglioso paesaggio nei dintorni, tra mare e terra, tra spiagge e vegetazione.

Gli interni e i mosaici della Basilica Eufrasiana

Un’altra tappa a Parenzo è la Piazza Marafor, un tempo sede del foro romano. Oggi si possono vedere dei resti, per farsi un’idea di come fosse la vita qui in quei secoli. I resti del Tempio di Nettuno e alcune colonne del Tempio di Marte rendono l’idea. Nei dintorni della piazza si passeggia ammirando case con pareti affrescate e deliziosi cortili interni, arricchiti da piante e fiori. Tutto questo non è che una minima parte della bellezza di Parenzo e dei suoi immacolati dintorni, circondati da lagune di un blu intenso e da isolotti disabitati dalla natura incontaminata.

I resti archeologici in Piazza Marafor

Arrivati a Rovigno (Rovinj), gli occhi sono pronti ad ammirare un’altra meraviglia, costruita dall’uomo in mezzo a una natura particolarmente clemente. Il centro storico è spettacolare ed incastonato su un’isoletta protetta dalle mure medievali. Case strette, stradine con la sorpresa dei cortili, fontane, piazzette gremite di gente indaffarata a parlare, fotografare, camminare. Un posto unico da visitare!!!Alcune case sembrano tuffarsi direttamente nel mare, mescolandosi nel suo blu profondo. Sulla piazza principale della città sorge una bellissima Torre dell’Orologio. L’orologio è ovviamente la maggiore attrazione ed è veramente stupefacente, con il suo leone veneziano sulle pareti rosa della costruzione.

Le case colorate affacciate sul mare a Rovigno

La Torre dell’Orologio con il suo leone veneziano

Passeggiando per le vie ci si ritrova davanti alla Chiesa di Sant’Eufemia, il Duomo della città. Il campanile aguzzo è un punto di riferimento ed è visibile anche da lontano; inoltre è anche un aiuto per le navi che si dirigono al porto, grazie alla presenza della statua della santa alla sua sommità, che indica la direzione dei venti. Non c’è da stupirsi che questa chiesa sia importante per Rovigno e per i suoi abitanti, oltre al fatto religioso.

La bellissima Chiesa di Sant’Eufemia

Rovigno è anche un luogo adatto alla propria golosità. Nei suoi graziosi ristoranti si possono gustare deliziosi piatti di pesce fresco, crostacei e frutti di mare, ma anche un buonissimo antipasto con il famoso prosciutto istriano. Tutto accompagnato da un ottimo vino prodotto da queste parti. Prima di lasciare Rovigno, assolutamente da provare, per poi smaltire camminando sul suo bellissimo lungomare, con una vista fantastica.

Lungomare a Rovigno

Rovigno vista dal mare

Proseguiamo dunque per Pola (Pula), altra meraviglia!!! Una destinazione per chi ama le bellezze storiche e culturali. Sicuramente Pola è famosa per la sua Arena, uno degli anfiteatri meglio conservati di tutto il mondo. Non per niente oggi è ancora usata nelle sere estive per spettacoli teatrali e concerti. Nel passato invece veniva utilizzata per combattimenti navali e combattimenti tra gladiatori. Qui riveivere attimi di storia è veramente facile, tramite le sue testimonianze e anche un po’ di immaginazione che non guasta mai.

La bellissima Arena di Pola

Pola però è bella a prescindere dalla presenza della sua imponente Arena, è una città accogliente, piena di vicoli caratteristici e cose da fare. Il mercato coperto, i caffè dove incontrare la gente del posto, i negozi tipici sono solo alcune idee. Una passeggiata sul lungomare e al porto non fa che migliorare la visuale d’insieme sulle case del centro, sui campanili, sulla natura circostante. Per poi tornare tra i vicoli e le piazze e scoprire altri interessanti monumenti. Ed ecco allora il Piccolo Teatro Romano, che si trova all’interno delle mura, in posizione sopraelevata, dove i resti della struttura scenica e della tribuna spiccano e catturano lo sguardo. Perchè Pola era chiaramente la città dei teatri e dell’intrattenimento, anche nel passato.

Il Piccolo Teatro Romano

Anche nel centro di Pola non poteva mancare una bella ed importante chiesa, ovvero la Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria, con un bel pavimento a mosaico davanti e intorno al suo altare. La facciata è molto bella e attira lo sguardo appena arrivati in piazza e il campanile, maestoso, è stato, pensate un po’, ricostruito con alcuni blocchi di pietra prelevati dall’Arena.

La facciata e il campanile della Cattedrale dell’Assunzione della Beata Vergine Maria

Il centro è sovrastato dal bellissimo Castello, ricostruito nel corso dei secoli ma pur sempre affascinante. Domina la città ed offre una visuale spettacolare dei dintorni, del mare e dell’entroterra verdissimo, ma oltre a questo ospita al suo interno il Museo Storico dell’Istria, dove viene soprattutto raccontata la storia dei cantieri navali di tutta la penisola, attraverso varie tappe e curiosità. Pola insomma è una città completa, dove si sa sempre come trascorrere il tempo e dove si ha l’occasione di visitare molti monumenti senza stancarsi mai.

Il Castello di Pola

Panorama su Pola

Parenzo, Rovigno e Pola ci hanno fatto sognare, innamorare sempre di più di una bellissima terra capace di affascinare con la sua semplicità, con i sapori genuini della terra e del mare, con la storia e la cultura, la natura e l’opera dell’uomo. Non può essere che l’inizio di una scoperta, di un viaggio a ritroso nel tempo. Dove tutto questo era già unico ed inimitabile!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...