Arcipelago della Maddalena, incredibile bellezza!!!


Esiste un luogo in Italia, paradisiaco come i Caraibi e con un mare da far invidia anche al resto del mondo? Sì, ce ne sono molti e uno di questi è proprio l’Arcipelago della Maddalena. Un’esplosione di colori, dall’azzurro del mare al verde della vegetazione, dal bianco delle spiagge al rosa delle rocce. 60 tra isole ed isolotti che costituiscono l’area del Parco Nazionale della Maddalena. Un vero gioiello nelle acque sarde.

La Maddalena è l’isola più grande; io voglio parlarvi anche dell’Isola Santo Stefano e delle belle escursioni che si possono fare in questa zona, per completare una bellissima ed indimenticabile vacanza.

Eccoci a La Maddalena. Di fronte alle coste della Gallura, unica isola a essere completamente abitata tutto l’anno, è davvero notevole. Graniti e porfidi racchiudono le bellissime spiagge, rendendole ancora più pittoresche. Alcune cale sono accessibili solo in barca, ma questo non è un problema, perchè la giornata si fa ancora più affascinante. Il paesaggio suggestivo dell’isola si può ammirare in tutto il suo insieme percorrendo la panoramica strada di Spalmatore, che nei suoi 20 chilometri permette di toccare vari punti dove intravedere le coste dell’arcipelago, della Sardegna e anche della vicina Corsica. Il cielo terso aiuta sicuramente!!! L’entroterra con le sue colline rende il clima davvero fantastico, soprattutto d’estate, dove la calura viene mitigata dai venti.

Il centro abitato dell’isola è molto carino, apprezzato molto nel passato da Napoleone Bonaparte. Vicoli lastricati molto caratteristici, palazzi del Settecento, la chiesa di Santa Maria Maddalena, tipici negozietti, deliziosi ristorantini… Tutto questo per una vacanza e una passeggiata con i fiocchi.

Il centro abitato di La Maddalena

Barche al porticciolo di La Maddalena

Una delle spiagge più belle dell’isola è sicuramente Cala Spalmatore, nella parte orientale, situata tra due promontori che sembrano abbracciare e proteggere questo arenile di sabbia color crema e il suo mare dai bassi fondali, adatto a chiunque. La macchia mediterranea incornicia la bellezza di questo angolo di natura incontaminata. Rocce color rosa, un panorama invidiabile su un tratto dell’Isola di Caprera… Cosa si può volere di più? Passare qualche ora indisturbati, nella natura, nuotando o facendo sport, per poi rinfrescarsi al bar della spiaggia o pranzando al ristorante. Un piccolo barlume di divertimento in una spiaggia che è la fine del mondo.

I magnifici colori di Cala Spalmatore

Altra spiaggia? Punta Tegge, facilmente raggiungibile percorrendo la strada costiera meridionale, è una piccola spiaggia di sabbia chiara e grossa contornata da notevoli scogli piatti rosa di una bellezza disarmante. I colori si mischiano per creare un delicato insieme molto pittoresco. Sembra quasi di essere in una cartolina, immersi nella pace della vegetazione e del mare straordinariamente cristallino, con fondali bassi dove ammirare diversi pesci. Lo snorkeling qui è di casa, come non capire chi lo pratica con entusiasmo…

Punta Tegge dall’alto

Nei pressi di Punta Tegge

Una meraviglia assoluta, la Spiaggia Testa del Polpo di La Maddalena, a sud, considerata a ragione una tra le più suggestive dell’arcipelago. Sabbia bianca finissima, in stile caraibico, orlata da rocce di granito rosa, con acque trasparenti e dalle mille sfumature durante l’arco della giornata. Una vera piscina naturale davvero emozionante! Incontaminata, soleggiata, naturale, bella da mozzare il fiato!!! Da vedere assolutamente e soprattutto da vivere con gioia.

La bellezza della Spiaggia Testa del Polpo

L’Isola di Santo Stefano, ugualmente bella, ugualmente da vivere nel pieno del suo fascino, è leggermente collinosa e ricca di vegetazione. L’isola è frequentata solo dai turisti che sono qui ospitati, nel relax totale. Ecco perchè tutto qui sembra così naturale, senza contaminazioni e costruzioni fuori dal normale. L’integrità di questo angolo dell’arcipelago lascia senza parole. Tra le poche costruzioni è sicuramente da visitare il Forte San Giorgio, conosciuto anche come Forte di Napoleone, infatti qui il generale bersagliò il centro abitato di La Maddalena in uno dei suoi attacchi. L’isola è raggiungibile solo con imbarcazioni private, anche noleggiabili, per garantire ancora di più quell’armonia che tanto la caratterizza.

Il resort dell’Isola di Santo Stefano

Una bellissima zona dove passare la giornata immersi nei propri pensieri, sdraiati al sole? La Spiaggia del Pesce, sul lato occidentale, con sabbia bianca e molto fine e un mare cristallino e poco profondo che rende magica questa destinazione. Il paesaggio è unico, reso così bello dalla bassa vegetazione mediterranea dei dintorni. Scuola di vela e centro diving, per i più sportivi e amanti del mare… Sicuramente motivati a passare del tempo in mezzo a questa meraviglia della natura. E poi, come si può resistere ad un indimenticabile tramonto, con tutte le sfumature del sole? Vista impareggiabile sull’arcipelago!!!

Il mare a Santo Stefano

Da queste isole sono possibili parecchie escursioni, sia nell’arcipelago che sulla terraferma sarda. Per stare in tema spiagge, come non ammirare la Spiaggia Rosa sull’Isola di Budelli? E’ una vera e propria opera d’arte creata da Madre Natura!!! Purtroppo i bagnanti qualche anno fa hanno rovinato la bellezza della spiaggia, portandosi a casa la sabbia rosa, quindi si sono diìovuti attuare dei piani per far rinascere questo miracolo. Ora pian piano sta tornando alle origini, ma la balneazione non è consentita, così come l’attracco. Rimane solo la meraviglia di mente e occhi ammirando e fotografando una delle spiagge più belle della Sardegna, create dalla Posidonia oceanica, una pianta acquatica.

La spiaggia rosa di Budelli

I colori del tramonto sulla Spiaggia Rosa

L’isola di Caprera… Collegata da un ponte a La Maddalena, Coste frastagliate e un panorama bellissimo, fatto si scogliere di granito rosa. Ginepri e lentischi coprono le colline e rendono il paesaggio meno aspro. La natura selvaggia e immacolata ha fatto sì che l’isola venisse dichiarata Riserva Naturale. Cala Coticcio, Punta Rossa… Le due più belle spiagge, protette da severe leggi per mantenerne intatta la bellezza. Ecco perché Giuseppe Garibaldi ha deciso di passare qui ventisei anni della sua vita! In sua memoria si visitano il Compendio Garibaldi con la tomba e la Casa Bianca, che è stata la sua residenza fino alla morte. Storia, cultura e natura si mescolano a Caprera!!!

Compendio Garibaldi a Caprera

La favolosa Cala Coticcio a Caprera

Escursioni sulla terraferma? Direi Palau e Santa Teresa di Gallura, le più belle perle della costa nord della Sardegna.

Il centro storico di Palau è raccolto e molto caratteristico, con negozietti di souvenir ad ogni angolo che ricordano di essere in vacanza, bar e ristoranti con tavolini in mezzo alle vie, palazzi e chiesette. Ci si ferma ad osservare la gente del posto che passeggia calma e rilassata. Palazzo Fresi è uno degli edifici che meglio rappresenta il centro, con un bellissimo cortile utilizzato soprattutto in estate per le varie manifestazioni come per esempio i concerti. Appena fuori porta, una visita a Capo d’Orso può essere una soluzione intrigante. Mare spettacolare e il fascino dato da un orso di granito che accoglie i turisti e la gente del posto verso l’ora del tramonto. Foto e foto, sicuramente una più bella dell’altra. Palau ovviamente offre bellissime spiagge, come quella di Sciumara, adatta allo snorkeling e a lunghe camminate esplorative e quella di Palau Vecchio, protetta dai venti e sicura anche per i bambini.

Le abitazioni di Palau e lungomare

Sciumara bellissima spiaggia a Palau

A Santa Teresa di Gallura, invece, si può fare un giro nel bellissimo centro storico, piccolo e curato, con graziosi mercatini e negozietti, bar e taverne. Le case colorate rendono più pittoresco questo angolo di Sardegna. Bellissima la Torre di Longosardo, da visitare insieme al suo parco antistante, dove ci si può rilassare, fare foto, camminare. Dal centro del paese ci si spota verso il Promontorio di Capo Testa, uno dei luoghi più belli del Mediterraneo. Davanti alla Corsica e al suo splendore, in un tratto di mare incontaminato e suggestivo, si raggiunge tramite un istmo di sabbia. Scogliere di granito, massi dalle forme strane, paesaggio mozzafiato. Da qui si può davvero ammirare un panorama unico, dove la natura regna incontrastata!!!

Torre di Longosardo a Santa Teresa di Gallura

Il promontorio di Capo Testa

E’ difficile far stare in queste poce righe tutta la meraviglia e il fascino che questa zona della Sardegna è capace di regalare. Basta passarci del tempo per capire quali emozioni si provano. La natura ancora una volta, ci stupisce!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...