Splendida Calcidica!!!


Una vacanza in Grecia un po’ diversa dal solito? In una zona meravigliosa ma ancora poco conosciuta? La Penisola Calcidica fa sicuramente al caso giusto. Bella da impazzire, autentica, immersa nella natura ma anche nella storia. Situata a nord-est della Grecia, vanta bellissime spiagge e una città bellissima, Salonicco, appena ai margini, da poter esplorare con tutta tranquillità.

In realtà la Penisola Calcidica è l’insieme di tre penisole, tutte molto belle ed affascinanti, che formano quasi le dita di una mano: Kassandra a ovest, Sithonia al centro e Monte Athos ad est. Siti archeologici, monasteri, villaggi, spiagge, macchia mediterranea fanno sì che questa zona sia ricca di attrattive per chi volesse visitare una meta greca un po’ particolare.

La penisola del Monte Athos è molto caratteristica: con la sua comunità monastica e il Monte Sacro possiede una certa spiritualità. Svariati monasteri e luoghi sacri incorniciano la zona, abitata da rigorosi monaci ortodossi. La brutta notizia è che i minori di 18 anni e le donne non vi possono accedere, per motivi religiosi. Anche chi volesse visitare la zona, avrebbe bisogni di un motivo strettamente religioso e non potrebbe soggiornarvi per più di cinque giorni. Luogo bellissimo ma ancora inaccessibile, ahimè!!!

Monte Athos visto da lontano, dal mare

Diversamente funziona per le altre due penisole, belle ed incontaminate. A Sithonia soprattutto, si trovano bellissime spiagge dai colori mozzafiato. Kriaritsi per esempio, di sabbia e roccia, con mare cristallino e ampi spazi dove prendere comodamente il sole, è un vero e proprio paradiso terrestre; stare qui è veramente una meraviglia e il relax è assolutamente garantito. Innumerevoli le altre spiagge, sempre e rigorosamente circondate da un mare trasparente e favoloso, come per esempio quelle di Trani Ammouda, e Agia Kiriaki. Le bellezze paesaggistiche però non finiscono qui; si continua per la spiaggia di Vourvourou, con sabbia fine e una bellissima vegetazione mediterranea che rinfresca l’aria e rigenera dopo una giornata di intenso sole. Forse può essere considerata la zona più bella adagiata sul mare della penisola di Sithonia; si possono poi trovare senza troppa difficoltà caratteristici ristorantini e bar per degustare qualche prelibato piatto locale. Come dimenticare però la spiaggia di Kavourotripes, punteggiata da sabbia e scogli e dalle sue acque pulitissime, quasi da sembrare una immensa piscina naturale. Kalamitsi, un’altra bellissima spiaggia, con una zona riservata a nudisti dietro una collinetta, che però non può assolutamente essere tralasciata, anche solo per la vista che si gode sul Monte Athos. Le donne che non possono varcare la soglia dei monasteri, possono accontentarsi di avere una visuale perfetta e magnifica da qui, da lontano. Imperdibile comunque, senza ombra di dubbio! Una delle spiagge più famose di Sithonia però è quella di Armenistis, con sabbia bianchissima, mare dalle mille tonalità di turchese e tanta, tanta vegetazione nei dintorni. Passare delle ore qui vuol dire essere immersi completamente nella natura più rigogliosa.

I colori di Trani Ammouda

L’incantevole spiaggia di Vourvourou

I colori mozzafiato di Armenistis

Nella penisola di Sithonia si può fare una bella escursione in bicicletta, per ammirare il mare dall’alto e le caratteristiche strade in mezzo alla vegetazione. Boschi, prati, campagne, il paesaggio qui è molto vario, grazie alla fertilità della terra. Forse Sithonia è proprio l’emblema di tutta la Calcidica, grazie alla sua bellezza naturalistica. I paesini di Neos Marmaras, con bellissime casette e una spiaggia mozzafiato, e di Porto Koufo, con le case dei pescatori ed un’insenatura naturale, completano il ventaglio di meraviglie di questa zona assolata.

Il paese di Neos Marmaras con il suo porticciolo

A soli 2 chilometri dal profilo del Monte Athos, è imperdibile l’isoletta di Ammouliani, raggiungibile con il traghetto dal porto di Tripiti. Spiagge solitarie e incredibilmente belle anche in piena estate, natura selvaggia e possibilità di fare trekking, questo è il massimo per chi vuole trovare un po’ di pace in un angolo incontaminato della Grecia.

Una spiaggia sull’isoletta di Ammouliani

Anche la penisola di Kassandra non scherza però, diciamo. Prima di visitare le spiagge, è carino soffermarsi per un’escursione alle grotte di Kokines Petres, di grande interesse paleontologico. Qui negli anni Sessanta è stato ritrovato un cranio umano del tipo Neanderthal e svariate ossa animali. Interessante per scoprire alcuni aneddoti sulle nostre origini e per ammirare la bellezza disarmante delle grotte. Un’altra zona dove soffermarsi è quella di Olinthos, ricca di resti archeologici. I resti di una città greca di epoca classica, con strade e case dalla pianta complessa, fanno capolino in quest’area ancora poco conosciuta e battuta dal turismo di massa. Ecco come comprendere meglio le origini della civiltà senza imbattersi in troppe persone, nemmeno nella stagione estiva. Qui si può camminare davvero in tutta serenità e riflettere sulla nostra storia. Bello, entusiasmante e diverso…

Alcuni resti archeologici di Olinthos

Le spiagge hanno anche qui il loro fascino, da non dimenticare! Hanioti, per esempio, è una lunga distesa di sabbia fine e bianca, frequentata grazie alla presenza di bar e altre strutture. Non per questo però è meno bella di altre, chiaro. Anzi, i colori sono spettacolari e magici. Possidi, invece, bianchissima da mozzare il fiato, ha come punto di riferimento un grazioso faro che ne delimita i confini. Paesaggisticamente incantevole!

La caratteristica spiaggia di Hanioti

Possidi e il suo faro in lontananza

Dopo aver trascorso giorni nella bellezza incontaminata della natura della Calcidica, possiamo dire che una visita a Salonicco, appena ai confini con la penisola di Kassandra, è obbligatoria. Salonicco è considerata dai greci la seconda capitale, per la sua importanza e per la sua bellezza. Meno inquinata di Atene, ha dalla sua parte un clima mite e costantemente rinfrescato dalla brezza del mare. Una delle attrattive della città è la fortezza medievale in cima alla collina, con una vista magnifica e spettacolare su tutto il golfo sottostante. Vie strette e tortuose, case piccole e graziose, si diramano dalla fortezza al centro città, rendendo il paesaggio vario e davvero bellissimo. Scavi, reperti archeologici e chiese dall’impronta bizantina si susseguono uno dietro l’altro. E’ facile rimanere incantati da così tanta bellezza monumentale. Agios Dimitrios è la chiesa principale di Salonicco, molto carina e sicuramente da immortalare in una bella foto ricordo. La Torre Bianca invece è una testimonianza dell’occupazione turca e domina la parte centrale di Salonicco. Una passeggiata al porto può concludere degnamente una bella giornata ricca di scoperte, in una città che si merita sicuramente di essere visitata almeno una volta nella vita.

La notevole Torre Bianca di Salonicco

La monumentale chiesa di Aghios Dimitrios

Possiamo salutare così la Calcidica, che ci ha fatto tanto sognare! E sicuramente, le sue spiagge, la sua vegetazione, i suoi paesi e il suo territorio non verranno facilmente dimenticati! Calcidica, una garanzia di divertimento, relax e cultura “sulle tre dita di una mano”!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...