Padova e il suo orto botanico


Padova, una città raccolta e piena di attrattive. Con i suoi monumenti sembra quasi una Venezia in miniatura. E’ bello passeggiare nel centro, perdersi e ritrovarsi nelle sue vie, ammirare alcuni piccoli canali che danno un tocco di bellezza e atmosfera in più. Inoltre, visitarla in una giornata, SI PUO’!

Il viavai dei suoi mercati, è forse la cosa più affascinante della città. Tutti i giorni, domenica a parte, il clima vivace è di casa attorno al Palazzo della Regione, in Piazza delle Erbe. Questa piazza, molto caratteristica, è una delle più belle e importanti di Padova, dominata dal cinquecentesco Palazzo del Podestà e dal Palazzo delle Debite, che nel passato era adibito a prigione. I mercati, con bancarelle che vendono frutta, verdura e fiori, colorano e rendono unica questa zona. Portici, palazzi, monumenti, statue, logge, tutto qui è un insieme di arte e cultura, storia e tradizione.

Palazzo della Ragione in Piazza delle Erbe

I mercati ortofrutticoli

Per un attimo di relax e di gusto, non c’è niente di meglio che il famoso Caffè Pedrocchi nelle vicinanze della piazza, in via VIII Febbraio. Caffè storico, costruito come se fosse un tempio classico, è il punto di incontro di molti padovani e turisti alla ricerca di raffinatezza in un ambiente elegante e pieno di sorprese. Incontro di molti intellettuali, nel passato e nel presente, vale la pena visitarlo e sedersi per gustare un caffè, bere o mangiare qualcosa. Le sale superiori addirittura sono usate per conferenze, mostre e concerti. Un piccolo gioiello insomma!

Sullo sfondo l’ingresso al Caffè Pedrocchi

Caffè Pedrocchi – interni

Camminando per il centro città, ci si ritrova in Piazza dei Signori, attorniata da eleganti portici con negozi, osterie e bar. Un altro salotto di Padova, molto frequentato soprattutto durante la bella stagione grazie ai tavolini all’aperto e alla vivacità dell’atmosfera. Percorrendo poi una graziosa via, si arriva dopo due minuti nella bellissima Piazza del Duomo. Il Duomo inizialmente fu commissionato a Michelangelo, ma successivamente i suoi progetti furono modificati durante la costruzione. L’interno è abbastanza semplice e lineare, piacevole da visitare e contemplare. Il Battistero invece, ha un impatto visivo molto forte grazie ai suoi affreschi che raccontano alcune scene della Bibbia, come la Creazione, la Passione e il tanto temuto Giudizio Universale. Non si può che ammirare e fotografare questo gioiello artistico. Sicuramente tappa imperdibile!

Duomo e Battistero

Dirigiamoci ora, prima di scoprire altre meraviglie di Padova, alla zona verde che ha fatto diventare fiera questa città e i suoi abitanti: il bellissimo Orto Botanico. Istituito nel XVI secolo per la coltivazione delle piante medicinali, oggi è arricchito da molte altre piante provenienti da varie parti del mondo. Per passare del tempo ammirando colori e profumi, questo orto è l’ideale. Oasi rilassante, nel pieno rispetto della natura, inserita armoniosamente in mezzo a monumenti e case. Tra i sentieri dell’orto si ammirano piante esotiche, alberi secolari degni di nota, piante classiche e medicinali, fiori, deliziose ninfee che fanno capolino nell’acqua. Un susseguirsi di bellezze insomma! Basti pensare che questo orto è uno dei più importanti al mondo ed è anche entrato a far parte del Patrimonio dell’Umanità Unesco. Inoltre contribuisce ogni giorno al progresso in ambito della scienza, della medicina, della botanica, della farmacia.

Ninfee all’Orto Botanico

Uno dei sentieri dell’Orto

Orto Botanico e sullo sfondo la Basilica di Sant’Antonio

Dopo aver visitato questa verde meraviglia, a pochi passi attende la Basilica di Sant’Antonio. Chiesa particolare, con cupole e guglie simili a minareti che la fanno sembrare quasi una moschea. L’architettura bizantina si fa notare, inoltre anche la sua facciata è molto particolare, tra il gotico e il romanico. L’altare maggiore all’interno colpisce per i suoi rilievi di Donatello, anche se non ci si può avvicinare. Bisogna accontentarsi di ammirarlo da lontano. Entrati qui, di solito si va a visitare la tomba del Santo, che ha graziato molte persone da incidenti e malattie. Atmosfera sacra e talvolta surreale, per una basilica di immenso valore artistico. Forse uno degli emblemi della città.

Basilica di Sant’Antonio

Che ne dite di un po’ di shopping prima dell’ultima visita “importante” dall’altra parte della città? In centro i negozi si susseguono, insieme ai bar dove fare una deliziosa merenda. Tempo a disposizione permettendo, la Cappella degli Scrovegni, un po’ più a nord, ma sempre nel centro cittadino, intorno al lungoargine, è una perla rara. Enrico Scrovegni fece costruire questa cappella agli inizi del XIV secolo in suffragio del padre. Quello che più attira di questo luogo magico, sono gli affreschi al suo interno, con scene della vita di Cristo dipinte da Giotto tra il 1303 e il 1305. Chi di noi non ha studiato a scuola, almeno una volta, questa incredibile opera d’arte? L’interno è davvero suggestivo, da togliere il fiato. L’opera più famosa e direi anche la più bella e maestosa è il Giudizio Universale”. La scena riempie infatti l’intera parete occidentale della cappella, per farsi spazio tra le altre. Colori e metodo di pittura sono assolutamente fenomenali.

Esterno della Cappella degli Scrovegni

Cappella degli Scrovegni all’interno con “Giudizio Universale” sullo sfondo

Il giro di Padova di un giorno può sostanzialmente essere completo. Ogni angolo merita una visita e una fotografica, grazie alla storia e all’arte che qui si respira ovunque. Tra i mercati e i monumenti, lasciamo a malincuore questo gioiello del Veneto!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...