Una scintillante Berlino


Berlino… Città cosmopolita, dal divertimento sfrenato, adatta ai giovani e alle loro esigenze, ma anche attenta ai gusti di ogni viaggiatore! La sua storia è travagliata e i segni del passato sono oggi ancora visibili. Quello che lascia a bocca aperta è la sapiente fusione dei monumenti ricostruiti dopo la Grande Guerra con i nuovi edifici, avveniristici a dir poco. La Sprea, il fiume che attraversa la città, è anche il suo fulcro, la sua linfa.

Il monumento più famoso e fotografato di Berlino è sicuramente la Porta di Brandeburgo, imponente struttura che attira l’attenzione con i suoi bassorilievi raffiguranti scene tratte dalla mitologia greca. La celebre Porta ha visto molti avvenimenti durante la sua storia, come la nascita del secondo Reich e l’ascesa al potere di Hitler. Una perfetta testimonianza di storia e cultura! Fino al 1989, basti pensare, segnò il confine tra Berlino Est e Berlino Ovest, insieme al Muro.

Porta di Brandeburgo

Particolare della Porta di Brandeburgo

Accanto spicca il Reichstag, ossia il Palazzo del Parlamento, ristrutturato perfettamente da Norman Foster, con la spettacolare cupola in vetro. All’interno una bellissima galleria panoramica completa l’opera.

Nelle vicinanze della Pariser Platz e della Porta di Brandeburgo si cela il Memoriale dell’Olocausto, la cui costruzione è iniziata nel 2003. Una visita è d’obbligo; le emozioni qui sono davvero contrastanti e fortissime. Un susseguirsi di parallelepipedi di cemento grigi ed impersonali a rappresentazione del più folle e mostruoso crimine perfettamente organizzato che sia mai stato commesso nella storia… Un brivido non può che percorrere la schiena di ogni visitatore!

Memoriale dell’Olocausto

Dalla Pariser Platz parte il famoso Viale Unter den Linden, completato per le Olimpiadi del 1936. E’ la strada indubbiamente più famosa di Berlino e il suo nome deriva dai suoi filari di tigli. Qui si susseguono edifici maestosi, negozi, caffè e ristoranti di ogni genere. Spesso e volentieri si trovano curiose bancarelle, soprattutto di libri e durante la sera non è difficile assistere a spettacoli particolari con artisti di strada, che animano la vita della città con musica e balletti.

Nei dintorni fa capolino una delle più belle piazze di Berlino, la Gendarmenmarkt, dove si trova il Französischer Dom, costruito per la comunità degli ugonotti esiliati dalla Francia. La chiesa spicca con la sua torre cilindrica, che sembra voler abbracciare il cielo. Dalla parte opposta si trova invece il Deutscher Dom, apparentemente uguale alla cattedrale francese. Da una sola foto è difficile individuarne le differenze, ma con spirito di osservazione ed occhio critico, dopo aver visitato queste due meraviglie, sarà più ragionevole. La cattedrale tedesca è un’antica chiesa protestante a cui è stata aggiunta successivamente la cupola.

Un’altra zona interessante è quella di Bebelplatz, circondata da monumenti suggestivi quali l’Altes Palais, l’Alte Bibliothek, la Staatsoper, il Neue Wache. Quest’ultimo è un edificio adibito a memoriale delle vittime delle guerre e delle dittature , a testimonianza delle più atroci torture della storia umana.

Potsdamer Platz, altra importante piazza della città, ne è forse il vero cuore pulsante, progettato da architetti di alta fama quali ad esempio, il nostro Renzo Piano. Le attrazioni principali del quartiere, da non perdere, sono la Torre di Debis, il Daimler Chrysler Atrium con il suo bacino artificiale di acqua ed il Sony Center. Al Sony Center ci si può smarrire tra sale cinematografiche, teatri, il casinò e il centro commerciale. Una vera attrazione cittadina, per non annoiarsi mai.

Alexander Platz, un’altra piazza da visitare, deve il suo nome allo zar Alessandro di Russia che visitò la città nel 1805. Qui si svolgono molti eventi, soprattutto in estate e sotto le feste natalizie. Il quartiere è famoso per la sua Torre della Televisione, di circa 370 metri, con il caffè rotante che dall’alto regala davvero uno spettacolo mozzafiato, da ammirare più volte al giorno, possibilmente. Berlino vista da lassù trasmette la sua anima moderna, quella della città che ha saputo trovare la sua rinascita dopo la sua atroce distruzione.

In città non si finisce mai di trovare angoli storici, angoli della memoria. Due di questi luoghi sono il Check Point Charlie e il tristemente famoso Muro di Berlino. Il primo fu l’unico punto di passaggio per gli stranieri tra Berlino Est e Berlino Ovest, simbolo di libertà e di separazione per tutti gli abitanti dell’ex DDR. Oggi non si vedono più i cancelli e il filo spinato; è rimasta invece a testimonianza una copia della cabina da dove si effettuavano i controlli e la famosa scritta “State lasciando il settore americano!”. Chiuso nel 1990 con una formale cerimonia è diventato una delle attrattive turistiche più interessanti insieme al Museo Haus am Check Point Charlie, allestito in una vecchia torre di controllo dove sono custoditi cimeli e testimonianze del periodo di costruzione del Muro e dei successivi tentativi di fuga verso la libertà. Il Muro di Berlino, o meglio, quello che ne rimane, è di impatto emotivo molto forte. Quello che rappresenta è difficile e triste da immaginare. La caduta del muro nel 1989 è stata il simbolo vero e proprio della riunificazione, tanto attesa ma a tratti anche temuta. Oggi rimangono visibili solo alcune parti, molte delle quali decorate. Uno di questi esempi è la East Side Gallery, un chilometro e trecento metri di muro accanto alla Sprea, con dipinti coloratissimi e graffiti che rappresentano l’idea di pace. Centinaia di artisti provenienti da ogni parte del mondo hanno contribuito a questa vera e propria opera d’arte.

Check Point Charlie

East Side Gallery

Dipinti sul Muro di Berlino

Particolare del Muro

Anche lo Zoo di Berlino, se avanzasse del tempo, meriterebbe una visita. Qui i vari animali faranno compagnia a grandi e piccini. Una vasca degli ippopotami, la casa delle scimmie, un acquario strepitoso, orsi polari e i pigri panda sapranno strappare un sorriso dopo una giornata impegnativa. Lo zoo è famoso anche per aver fatto da sfondo al libro e al film “I Ragazzi dello Zoo di Berlino”.

Zoo di Berlino – orsi polari

Pinguini allo Zoo di Berlino

Per chi invece volesse continuare la visita sulla linea della cultura, l’Isola dei Musei è l’ideale. L’isola comprende cinque musei ed è assolutamente all’avanguardia, conosciuta in tutto il mondo e in continuo aggiornamento. Consigliata una visita al Museo di Pergamo, davvero suggestivo e dedicato all’antichità greca e turca ed all’arte islamica. Il nome è stato dato grazie alla presenza di un’opera straordinaria quale i resti dell’Altare di Pergamo, qui portato dalla Turchia. In questa zona si trova anche il meraviglioso Berliner Dom, con l’interno neobarocco. La sua facciata e la sua cupola sono spesso oggetto di bellissime fotografie.

Il maestoso Berliner Dom

Charlottenburg, Potsdam… Per chi avesse ancora più tempo per le visite. O per avere una scusa per tornare a Berlino. Il Castello di Charlottenburg fu progettato come residenza estiva per la moglie di Federico III. La sua cupola è riconoscibile tra mille ed i suoi interni, ricchi di decorazioni, valgono da soli una visita. Il parco è una vera chicca soprattutto in primavera con la fioritura e in estate per il suo verde. In autunno ed inverno ha comunque il suo fascino e la sua magia. A Potsdam si visitano invece il parco e il Palazzo di Sanssouci. Il palazzo è stato la residenza estiva di Federico II° di Prussia e nel 1945 ha ospitato la conferenza con i vincitori della Grande Guerra. L’architettura barocca viene valorizzata da alberi, prati, fontane. La biblioteca, l’imponente ingresso di marmo e il pergolato esterno sono la peculiarità di questa sfarzosa costruzione.

Berlino è dunque l’ideale per un weekend lungo, per un viaggio culturale o romantico, o anche per un Capodanno con i fiocchi. La città non si spegne mai, ogni angolo ha qualcosa da esprimere.

Luci, colori, suoni, profumi, sapori. Tutto di questa città vi saprà conquistare. Provare per credere! Auf Wiedersehen!!!

Berlino durante le Feste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...