La Turchia: terra di mare, storia e fascino


La Turchia, uno dei Paesi che ho visitato e che mi è rimasto  più impresso. L’area di Izmir, con le sue bellissime zone a ridosso del mare, ma allo stesso tempo intrise di storia e cultura, di fascino mediorientale… Kusadasi, Efeso, Pamukkale, rimangono per forza nel cuore di chi le visita, le ama, le conosce.

L’area toccata dal mare, nella zona di Izmir, tra Seferihisar e Kusadasi, è davvero spettacolare. Vegetazione bassa ma rigogliosa, acqua blu e cristallina, mare infranto da leggere onde, sportivi che si cimentano sulla costa e sul mare, barche che solcano oziose l’acqua, baie protette dal vento. Uno spettacolo naturale senza paragoni. Proprio grazie a queste graziose baie, il mare è così pulito, bello, cristallino. La gente qui è cordiale, simpatica, riflette un carattere di un popolo abituato a secoli di invasioni ma anche di conquiste. L’ospitalità fa davvero la differenza.

Antichi villaggi di pescatori si susseguono uno dietro l’altro, caratterizzati dalla presenza di belle ma piccole moschee, centro religioso di ogni singolo paese. Camminare per le stradine ed essere all’improvviso catapultati nel mondo delle preghiere e dei canti del muezzin, è una sensazione strana, ma unica. Tutto questo è contornato da belle stradine, costruzioni semplici ma graziose, bar sulle rive del mare e caratteristici ristorantini. Qui non ci facciamo mancare nulla!!! Scendendo da Seferihisar verso Kusadasi il paesaggio rimane bellissimo, verde e azzurro, magico.

Kusadasi è famosa anche per essere un porto per le navi da crociera, ma non è solo quella la caratteristica principale. E’ una bellissima cittadina, con una vita notturna vivace. Il nome significa “isola degli uccelli” e deriva dalla presenza di una piccola isoletta, collegata alla costa da un terrapieno. Beh, diciamo che gabbiani e piccioni rendono onore a questo fatto! Il fascino di Kusadasi, oltre che dal mare, è segnato da un bel forte genovese che sembra vigilare sia sul centro che sull’orizzonte. La cittadina è anche shopping, con il bazar formato da tantissime bancarelle ed un’infinità di prodotti. La contrattazione qui è d’obbligo!!! Portare a casa un capo d’abbigliamento tanto ambito, a prezzi decisamente ottimi, è possibile e molto facile! Occhio alle imitazioni troppo clamorose! La passeggiata in riva al mare o la tintarella sulle bellissime spiagge, dopo una giornata di visite e shopping, è l’ideale! Non c’è bisogno di dire che l’occhio ha sicuramente la sua parte e il cuore batte all’impazzata per la bellezza dei paesaggi, soprattutto per la visuale che si ha sulla vicina isola greca di Samos. Spettacolo assicurato e tramonti mozzafiato in tutta la zona tra Seferihisar e Kusadasi.

Costa nei pressi di Seferihisar

Baia protetta dagli scogli

Una spiaggia idilliaca nei pressi di Seferihisar

Costa tra Seferihisar e Kusadasi

Mare e vegetazione

Paesaggi di fronte all’isola greca di Samos

Un classico paesino dell’entroterra

Moschea sulla strada tra Seferihisar e Kusadasi

Bellissimo tramonto

Colori del tramonto sul mare e sulla vegetazione

Mare azzurro e cristallino della baia

Mare e rocce

Piscina naturale

La trasparenza

Sport in mare

Il bellissimo lungomare di Kusadasi

L’isoletta di Kusadasi

Questa zona ha attirato me e mio marito anche per la storia e il fascino delle rovine archeologiche della vicina Efeso. Camminare sulle strade dell’antica Efeso, su queste pietre secolari, è davvero emozionante. Passi ravvicinati e curiosi su un percorso battuto dalla storia. Unico!!! Gli occhi non sanno cosa guardare, talmente tante sono le meraviglie architettoniche arrivate ai giorni nostri. Il Tempio di Artemide per esempio era tra le sette meraviglie del mondo antico; oggi purtroppo non rimane che una misera colonna. Vogliamo però mettere l’imponenza del Teatro, i cui scalini rendono ancora oggi omaggio alla grandezza di un popolo. Salire pian piano in alto e godersi il panorama, immaginandosi le antiche rappresentazioni, non ha prezzo, assolutamente! Può capitare, con un po’ di fortuna, di assistere ad una dimostrazione di spettacoli, bella perché riporta all’immaginazione di quello che poteva essere secoli fa. L’edificio che colpisce molto è la Biblioteca di Celso, ancora ben conservata e fotografatissima dai turisti. Inutile spiegare il perché, dopo così tanta magnificenza. Tra una camminata e l’altra mi ricordo il caldo, anche se non asfissiante, e la presenza di gatti, che qui in Turchia sembrano sempre essere propensi ad una coccola, una carezza… Io adoro i gatti, quindi questo è decisamente il mio posto!!!

Il primo impatto con Efeso

Strada e resti archeologici

I gradini del Teatro

Efeso dall’alto con la Biblioteca di Celso sullo sfondo

Uno dei tanti gatti

La magnifica Biblioteca di Celso

Particolare della Biblioteca

Rappresentazione storica – 1

Rappresentazione storica – 2

Un altro bellissimo luogo, che ci ha lasciato il segno, è Pamukkale, con le sue cascate pietrificate. Una levataccia di prima mattina, per affrontare molte ore in pullman, è valsa comunque il viaggio. Davanti allo spettacolo delle cascate, niente e nessuno può guastare l’atmosfera idilliaca che si respira. Un bagliore di bianco e azzurro, derivante dalle cascate in travertino. Da lontano, sulla strada, si vede solo uno spazio bianco, mai si può immaginare una merabiglia del genere!!! Frutto di un costante lavoro di pulizia, questa attrazione naturale rimane sempre bellissima, piena di magia. Il suo nome significa “castello di cotone” e direi che non poteva esserci nulla di più azzeccato. Sembra davvero essere avvolti da una nuvola di cotone, inframmezzata dall’acqua che rende ancora più caratteristiche queste bizzarre formazioni rocciose. L’acqua, con residui calcarei, sfocia anche nelle terme, da provare assolutamente. La cosa da ricordarsi una volta che si mette piede nell’acqua delle cascate, è stare attenti a come ci si muove: il fondo è scivoloso e talvolta appuntito. Esperienza comunque unica da vivere!!! Il paesaggio tutt’intorno e le rovine dell’antica città di Hierapolis, renderanno speciale questa escursione. Con tanto di bagno termale e relax al sole di uno degli alberghi di Pamukkale.

Pamukkale vista da lontano

Il centro residenziale con gli alberghi e le fonti termali

Le cascate pietrificate – 1

Le cascate pietrificate – 2

Le cascate pietrificate – 3

Le cascate pietrificate – 4

Le cascate pietrificate – 5

Una delle fonti termali

Rovine dell’antica città di Hierapolis

Vegetazione curata tra i resti di Hierapolis e l’ingresso a Pamukkale

Da non perdere, per conoscere anche la realtà cittadina, Izmir. Terza città della Turchia, frenetica, arroccata alla montagna ma protesa verso il mare, moderna ma con monumenti storici, è brulicante di vita. Una passeggiata sul lungomare permette di assaporare un po’ di brezza e di ammirare le moschee e le abitazioni del centro e dei dintorni. La Torre dell’Orologio in pieno centro e la Moschea di Konak, con decorazioni in piastrelle di ceramica colorata, sono i simboli della città. Camminare per le vie del centro è rilassante, fino a quando si incontra il Gran Bazar, vivace, pieno di gente e merci di tutti i tipi. Anche qui la contrattazione è obbligatoria, per potersi aggiudicare un capo di abbigliamento, una borsa o uno dei più svariati oggetti esposti. Dopo un bel giro e lo shopping, ci si può sedere all’aria aperta per gustare una delle specialità turche. Tutto questo per un prezzo decisamente ridicolo e una quantità a dir poco abbondante. Questa città spensierata, conquista minuto per minuto, nonostante la sua bellezza non sia clamorosa. Rimane comunque un luogo vivibile, da visitare e amare.

Moschea di Konak

Torre dell’Orologio

Vista d’insieme della piazza antistante il mare, con torre e moschea

La città sulla collina

Lungomare e faro di Izmir

Moschea nel centro

Spezie al Gran Bazar

La Turchia più bella, più innovativa, più magica, la si trova qui, tra Izmir e Kusadasi, con le spiagge di Seferihisar e le rovine del passato nell’entroterra. Sicuramente, come me e mio marito, chiunque faccia una visita in questi luoghi mozzafiato, vorrà tornarci più volte. E certo, dico io, per provare mille nuove combinazioni diverse per una vacanza perfetta!!! Arrivederci Turchia, alla prossima avventura!!!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...