Il verde della Scozia


Una terra verde, ricca di natura… Una terra fertile, vitale, bellissima. Un tour in auto con tutta tranquillità è l’ideale, ma questa terra magnifica si presta anche a bellissimi tour organizzati. Ebbene sì… Sto parlando della bella, magica e verdissima Scozia!!!

Il romantico scenario delle vallate e dei boschi, contornati, perchè no, anche dalla nebbia, prati e fiori selvatici, strade che si inerpicano sulle colline, animali al pascolo, tutto questo è la Scozia che abbiamo sempre immaginato.

Partiamo dalla città di Edimburgo, contenuta, ricca di fascino e manifestazioni. Una giornata è sufficiente per la visita, ma ci si può anche fermare due giorni per godere appieno dell’aria che vi si respira, dei bellissimi palazzi e chiese che formano il suo centro storico, per conoscere la cultura del popolo scozzese, a volte anche un po’ bizzarro. La “Old Town” e la “New Town” regalano entrambe bellissimi scorci. Nella parte vecchia si notano i tortuosi e ripidi vicoli, tipici delle città medioevali, con le alte abitazioni in pietra, adatte per l’alta densità di popolazione dell’epoca, contornate da comignoli. Nella parte nuova invece i vicoli lasciano spazio ad ampi viali, eleganti palazzi e giardini, chiaro segno del benessere delle epoche passate. Uno dei monumenti più visti e fotografati è sicuramente il Castello di Edimburgo. La storia della Scozia è praticamente qui, raccontata da ogni singolo elemento all’interno di questa possente struttura. Da non perdere un giro con la guida che esalta i racconti misteriosi e le leggende e i gioielli della corona di Scozia. In questo straordinario luogo si può rivivere l’atmosfera dei tempi passati, immedesimandosi nella Famiglia Reale o nelle umili persone che qui trovavano il loro lavoro. Alle ore 13 è caratteristico il ritrovo alla Mills Mount Battery per assistere agli spari del cannone. Assolutamente da non perdere anche il panorama che si apre davanti al Castello o dai bastoni davanti alla St. Margaret Chapel, davvero mozzafiato. Nell’Esplanade, il Pozzo delle Streghe è un luogo curioso e inquietante allo stesso tempo: qui venivano bruciate le donne accusate di stregoneria.

Panorama di Edimburgo

Il Castello di Edimburgo

Altra curiosità della città sono i suoi sotterranei: un vero e proprio dedalo di antiche strade, perchè nel passato ogni nuovo edificio veniva eretto sopra le vie e le costruzioni già esistenti. Numerosi tour organizzati permettono di conoscere questi angoli particolari. Questa zona è tristemente nota per l’epidemia di peste che si diffondeva spesso nelle inquinate strade della Città Vecchia. Per gli appassionati di storia un ingresso al Museum of Scotland è d’obbligo. Qui si fa la conoscenza della storia, del territorio, della popolazione della Scozia, attraverso ricche collezioni. Il museo vanta oltre 10.000 preziosi e oggetti di uso quotidiano. L’entrata delle mostre permanenti è gratuita.

L’interno del Museum of Scotland

Continuando a pensare a soluzioni strane per la visita di una città così incantevole e ricca di misteri, si può optare per la passeggiata “Edimburgo fantasmi e misteri”: un bel giro a piedi notturno nella città famosa al mondo per attività paranormali, tra vicoli e sotterranei, sotto un altro punto di vista. Guerre, pestilenze, omicidi, esecuzioni pubbliche hanno contribuito a costruire queste macabre leggende, inquietanti ma allo stesso tempo ricche di fascino.

Attraversando Perth, nota per la pietra con la quale vennero incoronati i re di Scozia, e la Spey Valley ricca di laghi, boschi di conifere e torrenti, si raggiunge Inverness, porta di accesso alle Highlands Occidentali. Inverness è una cittadina, riservata e senza particolari attrattive, che però è solitamente la tappa per visitare altri luoghi affascinanti della zona, come per esempio il famigerato Loch Ness o le Highlands. Nonostante ciò, il Castello è comunque molto caratteristico, anche se non visitabile internamente. La Church Street è la via principale della città, dominata dalla torre campanaria. Qui si può fare una passeggiata rilassante prima di intraprendere la visita dei dintorni.

Scorcio della cittadina di Inverness

Il Castello di Inverness

Il Loch Ness, il più famoso dei laghi scozzesi, reso famoso dalla leggenda di Nessie, il mostro del lago, è a dir poco stupefacente. Il paesaggio lascia incantati, grazie ai colori e all’atmosfera che vi si respira. Le sue acque sono profonde e la leggenda del mostro anche attualmente desta parecchia curiosità. Molti turisti e abitanti dicono di aver visto e fotografato Nessie, un’ipotetica creatura preistorica enorme. Sulle rive del lago si ammirano le rovine suggestive dell’Urquhart Castle, che dalla sua torre offre la visuale di un paesaggio che rimane assolutamente nel cuore e nella mente. Nella vicina Valle del Nairn invece, si incontra il Cawdor Castle, dove Shakespeare avrebbe ambientato il suo “Macbeth”.

Il misterioso e affascinante Loch Ness

Rovine dell’Urquhart Castle sulle rive del Loch Ness

La tappa successiva è Fort William, nelle Highlands, ai piedi del Ben Nevis, la montagna più alta di tutta la Gran Bretagna. Tempo permettendo, una bella escursione a piedi porta alla cima, da cui si può godere uno spettacolare panorama sulle Isole Ebridi. La cittadina è molto tranquilla e punto ideale per escursioni nei dintorni. Si trova sulle rive del Loch Linnhe e vanta un centro ricco di negozietti, molto caratteristico. Purtroppo al di fuori dal centro sono state costruite grandi strade per rendere la viabilità agevole, quindi per assaporare la sua atmosfera accogliente ed intima bisogna rimanere nelle viuzze interne, dove si trova anche il West Highlands Museum. Da Fort William si possono fare gite in barca con crociere organizzate giornalmente per avvistare le foche nel Loch Linnhe, oppure si può prendere un treno a vapore e raggiungere Mallaig attraversando i più bei paesaggi verdi della regione.

Una delle vie di Fort William

Dopo la sosta per rigenerarsi a Fort William, il viaggio può proseguire verso la bellissima Isola di Skye, che si raggiunge da Kyle of Lochalsh attraverso un ponte a pedaggio oppure da Mallaig in traghetto. La piccola capitale Potree è un autentico gioiellino con un porticciolo e casette colorate e con la Talisker, una piccola distilleria di whisky. Quest’isola è la maggiore delle Isole Ebridi Interne e il suo paesaggio offre coste frastagliate dalla natura ancora selvaggia, incontaminata. Il tempo qui sembra essersi fermato, la vita scorre lenta e la tradizione è ancora ben presente. La natura la fa da padrona e nulla può guastare questo idilliaco paradiso, a volte accompagnato dalla nebbia del posto. Il vento e la pioggia non riescono ad offuscare la sua bellezza, sopraffatti dai colori e profumi della sua vegetazione. A sud ovest dell’isola le Cuillins Mountains, con il gruppo centrale delle Black Hills, sono caratterizzate da rocce vulcaniche di colore scuro e sono il paradiso per le scalate. Il Castello di Dunvegan è una delle attrazioni più visitate dell’isola, situato su un roccioso altopiano. Anche qui fiabe e leggende potranno essere vissute, sentite, amate.

Portree sull’isola di Skye

Paesaggio sull’Isola di Skye

Il pittoresco Dunvegan Castle

Terminiamo il nostro viaggio a Glasgow, città vitale e dinamica, che ha saputo reinventarsi giorno dopo giorno per non rimanere offuscata dalla bellezza di Edimburgo. Il cuore della città è senza dubbio la George Square, piazza impreziosita dalle statue della Regina Vittoria e del Principe Alberto, oltre che da bellissimi edifici vittoriani. Il quartiere West End presenta varie attrazioni come il Museo dei Trasporti e la Galleria d’Arte, per gli appassionati. Qui ha sede anche l’antica Università, con la sua altissima ed inconfondibile guglia. La Cattedrale di Glasgow è un esempio di architettura gotica medioevale, dedicata a San Mungo, fondatore della città, famosa per le sue vetrate colorate e le sue pietre nere all’interno. Questa città non si può semplicemente raccontare, bisogna viverla nella sua bellezza e vivacità, magari sulle sponde del fiume Clyde, per una rilassante passeggiata o una divertente serata, all’insegna dei numerosi concerti cittadini.

Panorama serale di Glasgow

Glasgow – Cattedrale

Tutto questo viaggio, perchè no, può avere base in antichi castelli e dimore, oppure in semplici alberghi caratteristici. La scelta può essere molto vasta, a seconda delle preferenze. In ogni caso l’atmosfera è magica e surreale, ogni angolo di questa regione lascerà un bel ricordo. La voglia di tornare ad esplorare luoghi nuovi, nelle Highlands, nelle Ebridi, nelle città sarà sempre viva!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...