Viaggio in Slovenia tra città, mare, laghi e monti – Terza parte


Il giorno seguente tocca ai laghi di Bled e Bohinj… Avremmo voluto farli in due momenti differenti ma purtroppo le previsioni del tempo ci hanno fatto propendere per vederli entrambi nella stessa giornata, iniziando la mattina presto per riuscire a vivere appieno l’esperienza. Il lago di Bled è semplicemente spettacolare, con il suo isolotto e il suo castello arroccato sulla montagna. L’impatto visivo è stato decisamente forte e la meraviglia che ci circonda ha rapito il nostro sguardo. Dapprima abbiamo fatto un giro sulle sponde del lago (anche se non lo abbiamo percorso tutto), per poi fermarci a fare alcune foto divertenti e panoramiche… Dopo il giro, eccoci sul battello per raggiungere l’isolotto con la chiesa che sovrasta i 99 interminabili scalini… Purtroppo con l’emergenza sanitaria in corso il prezzo della “pletna”, la tipica imbarcazione a remi, è lievitato, data la scarsità di turismo, quindi abbiamo deciso a malincuore di “accontentarci” del battello e di esplorare la bellezza del lago in questo modo. Approdati all’isolotto, ci attende un’ora di tempo per fare una passeggiata, percorrere la scalinata, addentrarci nel piccolo bosco, fotografare la chiesa, gustare un delizioso gelato e scoprire gli angoli nascosti. Riprendiamo il battello per tornare sulla sponda del lago e per andare a pranzo. Inutile dire che sia noi che la bimba, abbiamo apprezzato molto questo piccolo tour caratteristico, con il timoniere molto simpatico dalla battuta pronta e molto preparato. Vedere questa zona turistica un po’ vuota e con molti hotel chiusi fa venire il magone, ma nonostante ciò, non è male passeggiare nella tranquillità e nel silenzio, disturbato solo da alcuni lavori in corso. Bled è davvero spettacolare, il panorama è unico, il lago con il suo colore verde smeraldo riflette i monumenti, il cielo e le nuvole. Pranziamo e ci dirigiamo verso il castello dopo aver fatto una partita a minigolf… Purtroppo ci sorprende un forte temporale e quindi decidiamo con un po’ di amarezza di visitare solo la zona all’esterno e vedendo solo una parte di lago dall’alto. Siamo sicuri che torneremo in questo posto magico, quindi dopo una camminata “bagnata” e non molto piacevole, ci dirigiamo verso la macchina e verso il lago di Bohinj, sperando che la pioggia inizi a calare.

001

Panorama del Lago di Bled

002

“Pletna”, la tipica imbarcazione

003

In navigazione verso l’isolotto

004

La chiesa sull’isolotto

005

Vista sull’isolotto di Bled

006

Il Lago di Bled dall’alto

Il tragitto non è molto lungo ma nonostante ciò, le nuvole iniziano ad aprirsi e il cielo sembra diventare più clemente. Bohinj… chi non lo conosce deve assolutamente venire qui!!! Il colore dell’acqua spazia dal verde smeraldo al blu intenso, rendendo il paesaggio quasi surreale. Noi ci siamo fermati nel paese di Ribcev Laz, dove si trova una graziosa chiesa fiancheggiata da un ponte e dal fiume Sava Bohinjka che si immette poi nel lago. Le montagne che lo circondano sono verdissime e si riflettono come a creare una piccola magia. Facciamo una passeggiata, mettiamo i piedi nel lago che è abbastanza freddo visto il temporale appena passato ed esploriamo la zona, stupiti da così tanta bellezza in un solo posto. Qui regna la pace, è il classico luogo rilassante dove passare le vacanze, dove non pensare a nulla se non al rumore delle onde e al cinguettio degli uccelli che vengono ad abbeverarsi. Andiamo anche a vedere e a fotografare la statua di Zlatorog, il camoscio che è uno dei simboli della Slovenia. Se ne trova uno simile sul Lago Jasna, vicino a Kranjska Gora, che non visitiamo durante questo viaggio ma che speriamo di vedere presto nel nostro prossimo tour qui in Slovenia.

001

Verde al Lago di Bohinj

005

Il panorama con la chiesetta di Ribcev Laz

002

Vista spettacolare sul lago

004

L’acqua trasparente e pura di Bohinj

007

Relax al lago dopo il temporale

006

Il famoso simbolo di Bohinj, il camoscio Zlatorog

Ultimo giorno di tour ma non ultimo di viaggio, ci alziamo presto la mattina per dirigerci verso Pirano, per passare un giorno al mare. Arrivati a Pirano, facciamo un giro per conoscere questa cittadina di tipica impronta veneziana, con il famoso campanile simile a quello di San Marco a Venezia. Arriviamo in Piazza Tartini, a cui il celebre musicista ha dato il nome e iniziamo ad esplorare il centro, che grazie al cielo blu e al sole spicca ancora di più con le sue case color pastello. Ci arrampichiamo verso la collina, tramite le scalinate di Pirano e arriviamo alla Chiesa di San Giorgio, da dove si ammira tutta la costa fino a Trieste. Uno spettacolo!!! Il vento si fa sentire ma grazie a lui tutto ha dei colori meravigliosi. Ci dirigiamo poi verso una piccola spiaggetta per pranzare in riva al mare e per fare il bagno. Deliziosi piatti di pesce subito accompagnati da tintarella e relax… Il cielo alterna sole a nuvole a breve pioggia ma tutto sommato non ci possiamo lamentare. L’acqua è tiepida e piacevole, la spiaggia di sassi risalta il colore del mare e la temperatura è favolosa. Dopo il bagno facciamo un altro giro fino alla punta della cittadina dove si vede il faro e un panorama incantevole. Numerosi bar, ristoranti e hotel rallegrano la costa e la passeggiata. Magari non è una località tipica slovena ma anche Pirano ci è piaciuta molto, seppur turistica. E’ andata bene anche qui al mare.

002

Pirano e la Piazza Tartini viste dall’alto

004

Piazza Tartini e il campanile

003

Visuale fino a Trieste

006

Mare e gabbiani

Passiamo la serata tranquilli nel nostro fantastico appartamento super accessoriato godendoci il terrazzo e la frescura della sera a Lubiana. Sdraio e terrazzo sono il binomio perfetto e noi qui a Lubiana abbiamo provato questa bellissima esperienza. Stare in appartamento ci ha permesso di avere più libertà di movimento e nonostante i viaggi in macchina quasi ogni giorno, è stato tutto molto piacevole, grazie alle brevi distanze di 40 minuti massimo un’ora dalle varie località che abbiamo visitato. Siamo stati molto contenti di questa scelta vincente e indubbiamente la rifaremo. E dopo la notte arriva il mattino, colazione e altra pausa relax tra la sala super elegante e il terrazzo, per salutare Lubiana e la Slovenia nel migliore dei modi.
La Slovenia, questa terra verde, fertile e degna di ogni paesaggio che la rappresenta, è stata una vera scoperta. La Slovenia, quella dei cataloghi e delle riviste, dal vivo ha saputo dare emozioni grandi, molto meglio di quelle immaginate. Grazie Slovenia, ci hai fatto letteralmente innamorare di te! A presto!!!

 

FINE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...